Tenuta Santa Cecilia Croara – Vini dei Colli Bolognesi

La Tenuta

FinestreAperte
L’azienda agricola biologica è situata con i suoi 6 ettari di vigneto, sulle colline ad est di Bologna all’interno del parco naturale dei Gessi Bolognesi e dei Calanchi dell’Abbadessa. Il territorio vanta storicamente una documentata vocazione per la viticoltura, grazie al suolo, che è geologicamente definito come “terre dei gessi e sabbie gialle”, e ad un microclima particolarmente favorevole. La nostra storia alla Croara inizia nel 1998 quando affidammo alla sapiente e lungimirante “mano” dell’ architetto Luigi Caccia Dominioni l’incarico di ripensare la casa che diventerà poi, come da lui disegnata, il nostro simbolo. Dall’azienda agricola la vista si apre a sud verso la collina orlata di cipressi e verso l’antica abbazia di Santa Cecilia della Croara; a nord invece ci sono la città con le sue torri, la pianura e in lontananza le Prealpi ed i Colli Euganei. Le antiche viti di fronte casa si toccano, sono il giardino. Le altre da casa si ammirano per la bella trama che disegnano sul paesaggio, sono frutto del lavoro costante, del misurarsi quotidiano con le irregolarità del tempo e delle stagioni affinché la preziosa filigrana della natura non si rovini. .
 
   about3
In cima alla collina della Croara sorge l’Abbazia di S. Cecilia , il primo documento che ne attesta l’esistenza è dell’anno 1095. Era un importante convento benedettino dal quale dipendevano molti oratori e poderi dei dintorni, qui c’era abbondanza di foraggi, frutta, vite e ortaggi. ..(Pallotti 1570) Non molto diversa era la produzione di qualche secolo dopo (Calindri 1781)…” uva era apprezzata di qualità preziosa e produceva vini definiti delicati e generosi”. Un impulso alla loro produzione si era verificato per volontà dell’Abate del Monastero di S.Cecilia della Croara, il quale attraverso l’impianto di “alberi di varia sorte e di viti” aveva piu’ che raddoppiato le entrate del Monastero. Tutto queste fonti storiche confermano come Croara, sia particolarmente vocata alla produzione di vini bio di antica tradizione. .
Come Produciamo L’azienda agricola è stata gestita fin dalla sua costituzione, seguendo i canoni dell’agricoltura biologica, non si usano concimi chimici, né diserbanti, ma solo concimi naturali, e per la cura del vigneto solo rame e zolfo. I terreni sono inerbiti per evitare l’erosione del suolo collinare che in molti punti si presenta sabbioso. La dimensione contenuta del vigneto – poco meno di sei ettari – è ideale per seguire direttamente con passione ogni fase della lavorazione delle uve. La coltivazione naturale attraverso il recupero di antichi saperi legati alle fasi della potatura e della vendemmia e alla vinificazione biologica con un uso limitato di solfiti, conferiscono ai nostri vini una eleganza del gusto e soprattutto una estrema naturalità.
v_bassaigna
 Uve_insieme
 
Dalle nostre uve si producono vini biologici – Pignoletto, Merlot, Barbera e Spumante Brut , ricchi di profumi e di sapori minerali persistenti al palato. Oltre al vigneto, agli alberi da frutta e al bosco, all’interno dell’azienda agricola si trova un uliveto di circa 400 piante, anch’esso lavorato secondo i canoni dell’agricoltura biologica. Nonostante il clima rigido, l’ulivo era coltivato sulle colline bolognesi fin dal ‘600, proprio per le particolari caratteristiche del terreno ma, in seguito alle disastrose gelate del 1740 e 1829, la coltivazione venne progressivamente abbandonata. Gli esemplari sopravvissuti nel tempo si sono adattati talmente al microclima da essere definiti degli ecotipi ( Farneto 1 e Farneto 2, Nostrana di Brisighella e Rossina. Da questi il CNR ha ricavato le piantine che oggi fruttificano sui nostri terreni, insieme ad altre come Ghiacciola e Leccino. L’attenzione e la cura dettagli, sia nella produzione delle olive, sia nella spremitura, fanno del nostro olio biologico extra vergine di oliva un prodotto di elevata qualità con un alto contenuto di polifenoli e una bassa acidità. Conservato al buio e lontano da fonti di calore, si mantiene fino a 18 mesi
    FinestreAperte [/one_half]
“Tenuta Santa Cecilia” is the trademark of our organic farm. Our 6 hectares of vineyards are situated on the hills to the east of Bologna within a natural park. The area has a well-documented millennial vocation for wine making, thanks to the ground which is geologically defined as “the land of chalk and yellow sands”, and thanks to a particularly favorable microclimate. Our story in Croara begins in 1998 when we entrusted to the wise vision of the famous architect Caccia Dominioni the task of rethinking the house that was to become our symbol. The estate’s views span from the cypress-fringed hills and ancient abbey of St. Cecilia Croara to the south, to the city’s ancient towers, the foothills of the Alps and Euganean Hills to the north. The old vines are at arm’s length from the house and span the adjacent hills forming a beautiful texture on the landscape. These vines are the result of constant work, the daily confrontation with the irregularities of time and seasons, so that the precious filigree of nature isn’t lost. .
 
about3
IOn top of Croara hill stands the Abbey of St. Cecilia. The first document that certifies the existence of the Abbey dates 1095. The Abbey of St. Cecilia was an important Benedictine monastery which managed several farms in the area: “there were plenty of crops, fruit, grapes and vegetables” (Pallotti 1570) a few centuries later the local produce hadn’t changed much: “The precious quality of grapes was widely appreciated, producing wines defined delicate and generous” (Calindri 1781); the Abbot of the Monastery of St. Cecilia arranged the planting of “trees of various type and vines” which boosted production and more than doubled the revenue of the monastery. All these historical sources confirm that Croara is particularly suited to the production of organic wines by ancient tradition. .
How we produce The estate has been managed since its origins following the principles of organic farming. We do not use chemical fertilizers or herbicides, but only natural fertilizers. Furthermore only copper and sulfur are used for the maintenance of the vineyard. The land is covered with grass to prevent soil erosion as the hills are very sandy. The small size of the vineyard – a little less than six hectares – is ideal for following every stage of vinification with passion. The recovery of ancient know-how related to the phases of pruning and harvesting, and the organic vinification with a very limited use of sulphites, confer to our wines a taste of elegance and above all extreme naturalness.
v_bassaigna
 Uve_insieme 
The grapes produced in this special context allow the estate to produce wines such as Pignoletto, Merlot, Barbera and Natural Spumante Brut, which are rich of aromas and mineral flavors that linger on the palate. In addition to the vineyard , fruit trees and forest, the estate also includes an olive grove of about 400 trees which is also cultivated with natural methods. Despite the cold winters, olive trees have been cultivated on the hills of Bologna since the 600 AD because of the special characteristics of the land. Following the disastrous frosts in 1740 and 1829, this cultivation was gradually abandoned, but the specimens that have survived have adapted over time to this microclimate and are defined as “ecotypes” Farneto 1, Farneto 2 Nostrana di Brisighella and Rossina. CNR (The Italian Research Council) has drawn from these specimens the olive trees that grow today on our land, along with other specimens such as Ghiacciola and Leccino . The special attention and care that is invested both in the production of the olives, and in their pressing, confers to our Organic Olive Oil Tenuta Santa Cecilia alla Croara a high quality product that respects the parameters of the Extra Virgin Olive Oil with a high content of phenols and low acidity. If conserved in dark and cool conditions, this organic olive oil can be preserved up to 18 months.